Back to Work: cambiare si può

Torna Back to Work,
il percorso di riprogettazione professionale
promosso da Piano C, Elle Active! e Philip Morris Italia

Ancora una volta daremo la possibilità a 30 donne disoccupate di partecipare a una giornata di ispirazione e formazione sul tema del lavoro il 27 Ottobre 2018. Durante la giornata verranno selezionate tra le partecipanti 5 donne che  saranno invitate a partecipare a Elle Active! e potranno accedere gratuitamente al nostro programma di riprogettazione professionale in Piano C.

⇒ Cosa prevede il percorso

Alle 5 donne finaliste verrà infatti offerta per 4 mesi la possibilità di rimettersi in gioco professionalmente dopo un periodo di assenza dal mondo del lavoro, usufruendo gratuitamente di:

  • Uno spazio fisico di coworking da abitare, con la possibilità di una postazione fissa, wi-fi, sale riunioni, cucina, area relax;
  • Un percorso di riprogettazione professionale di gruppo seguite da una esperta di Piano C con il metodo Work Design, già sperimentato con successo con 150 donne. Grazie a questo metodo si migliora la capacità di osservare se stesse e il mercato del lavoro e si acquisiscono gli strumenti per costruire un progetto professionale efficace. 

I requisiti per la selezione

Cerchiamo:

  • donne fuori dal mondo del lavoro e che vorrebbero rientrarvi con vigore, nuove competenze e una nuova prospettiva;
  • donne maleoccupate che desiderano ridisegnare la propria professionalità per inserirsi in modo più efficace e continuativo nel mercato.

Il calendario del programma

Data di apertura del bando: 26 Giugno 2018;
Data di chiusura del bando: 8 Ottobre 2018;
Giornata di formazione e selezione per 30 selezionate: 27 Ottobre 2018;
Inizio del programma per 5 selezionate: Novembre 2018 – Febbraio 2019.


Work Design - il metodo Piano C

⇒ Vuoi candidarti? 

Per partecipare alla selezione verifica di avere i requisiti, compila il questionario che trovi qui e al termine allega il tuo CV. Hai dei dubbi? Leggi le nostre FAQ, e se non hai trovato la risposta che cercavi scrivi a dillo@pianoc.it.

Commenti

  1. Luisa Brembilla dice:

    Mi sono candidata questa mattina, dopo avervi scoperti ieri sera sui canali social di Elle! Sto vivendo settimane particolarmente faticose per la perdita del mio lavoro, sono disorientata e arrabbiata, ma dopo aver visitato il vostro sito questa mattina e aver parlato al telefono con voi, ho recuperato un filo di entusiasmo. Ho avuto buone sensazioni e non mi accadeva da molto.
    Grazie, intanto anche solo per questo! Inoltre compilare il questionario per la candidatura è stato utile per focalizzare il miei pensieri disordinati e provare a fare per lacrima volta una narrazione della me professionale!

  2. Mariella dice:

    Ciao Luisa,non demordere..io e’ da anni che trovo lavoro e poi sto a casa…oramai e’ cosi’ il mondo del lavoro,appunto per questo che devi darti una spinta per migliorarti e puntare piu su te stessa concentrandoti magari anche sulle tue passioni!
    Ciaooo

  3. Sono arrivata ad un momento della mia vita in cui ho capito che tutto quello per cui ho studiato e la ”carriera” intrapresa non è il giusto percorso scelto.Non mi sento stimolata, non sono gratificata, non lo faccio con passione.Sento che dentro di me c’è qualcosa di forte che spinge per uscire, perché io possa ascoltare finalmente quello per cui sono portata: l’arte. Voglio rimettermi in gioco e darmi un’altra possibilità.Ci credo e ci riuscirò, perché le cose che nascono da dentro non sono mai errori.

  4. Zuzana dice:

    Buongiorno sono Zuzana una Donna, Mamma, Femmina ed mi reputo una grande lavoratrice. Da quando ho 17 anni studiavo per laurearmi ma lavoravo contemporaneamente. Arrivata in Italia ho iniziato un percorso nella gestione di punti vendita per quasi 13 anni. Da poco ho preso il corraggio per cercare la mia strada ed anche cominciare ad pensare me stessa… realizzare un percorso che mi porterà ad essere una DONNA realizzata e felice. Ho letto vostro programma ad quale mi sono subito iscritta con grande speranza di essere partecipe ad questa formazione… incontrare le persone che stimolano percorso di reinventare proprio lavoro. Sono una mamma di una bimba ed la cosa più importante per me è insegnarle il rispetto per se stessi ed per gli altri. Non accontentarsi mai ed essere tenace per inseguire suoi desideri. Accettare e cercare aiuto quando si vuole fare un percorso e fondamentale… ed e per quello che mi sono iscritta. A volte la nostra vita cambia grazie le persone che incontriamo. Grazie intanto per queste pagine dedicate alle donne che hanno avuto coraggio ad cambiare la direzione di propria vita.

    • VIRGINIA dice:

      Buongiorno,

      da questo progetto emergeranno storie, umanità bellissime.

      Riprogettare la propria carriere è mettersi a nudo davanti allo specchio, guardarsi con onestà e sentirsi come a capodanno: ricolmi di straordinari buoni propositi.

      Questa opportunità mescola un pentolone di sogni e grinta da film.

      Un augurio a tutte le candidate di trovare le parole più giuste per rispondere al questionario e perché anche solo il racconto di voi stesse vi strappi un sorriso pieno di energia.

  5. Raffaella Esposito dice:

    Buongiorno a tutte,
    ho quarant’anni e da qui voglio ripartire. Dopo aver messo da parte i miei progetti, per crescere due figli avuti uno dietro l’altro, completamente da SOLA, mi trovo a quarant’anni che mi viene rinfacciato ogni moneta che chiedo. Non lo tollero più. Ho ripreso gli studi e da poco ho conseguito la laurea quinquennale in Comunicazione con 110. Non immaginate l’orgoglio soprattutto di aver mostrato ai miei figli come si possano raggiungere i propri obiettivi con l’impegno. Ora mi serve un lavoro, cosa che mi permetterà non solo di avere più risorse per me e la mia famiglia ma soprattutto mi permetterà di uscire da quell’immagine familiare di colf a cui chiedere ogni cosa ” perché tanto lei non lavora” trovandomi, non solo a lavorare più di tutti H24, ma anche a non essere considerata come produttiva. Insomma ho un fortissimo desiderio di riscatto e so che questo mi permetterà di riuscire a farcela.

  6. Silvia Pugliesi dice:

    Ho studiato tanto nella mia vita, troppo se guardiamo ai risultati: precariato (tanto), illusioni, lavori con oneri e pochissimi onori. Ho tentato la carriera accademica ma ho fatto a pugni con la realtà distorta del sistema universitario. Sto tentando la carriera scolastica ma faccio a pugni con l’assenza di meritocrazia e la confusione normativa. Mi sveglio la mattina e sento di aver perso la mia voglia di fare. Non ho desiderio di rivincita, bensì di resurrezione professionale. Mi piace questo progetto, sono sicura di scoprire tante storie simili alla mia. Un in bocca al lupo a tutte le donne straordinarie che siamo!

Lascia il tuo commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.