#BacktoWork: Francesca, e i bimbi di Teresita B

Francesca: “Per 5 anni ho lavorato in uno studio d’architettura. Con il tempo però ho capito che ciò che in realtà amo fare è progettare atmosfere, in particolar modo gli allestimenti di feste e matrimoni.
Così nel 2010 nasce TERESITA B, società di progettazione e organizzazione eventi.
La vita è fatta di continui cambiamenti. Negli anni successivi, infatti, divento mamma di Alice e 3 anni dopo di Vittoria. Parallelamente la mia unica socia decide di cambiare lavoro. Il tempo e questi cambiamenti mi fanno capire che il lavoro ha una stagionalità e una non programmabilità che sono incompatibili con le nuove esigenze della famiglia; così nel 2015, a malincuore, la società chiude.

Poi leggo di un percorso di riprogettazione professionale. Scatta qualcosa e mando la mia candidatura a Piano C. Desidero trovare una realtà lavorativa che mi permetta di conciliare la sfera privata e quella lavorativa, ma soprattutto voglio rimettermi in gioco come persona e come professionista.
In questo percorso ho capito che cosa amo e come sono hanno determinato ciò che so e ciò che so fare. E’ stato sorprendente scoprire lati di me che mi corrispondono solamente nella sfera lavorativa legata alla progettazione degli eventi.
Partendo, quindi, da questa analisi ma pensando di pancia ho realizzato che saper tradurre le esigenze e i desideri delle persone in progetti d’effetto che ne facciano emergere l’unicità è ciò che desidero realmente fare. Diventare mamma, poi, mi ha fatto conoscere il mondo dei bambini. Grazie ad Alice e Vittoria ho capito quanto sia speciale rendere reali i loro sogni.
E così “Teresita B” diventa I bimbi di Teresita B, una realtà specializzata nella progettazione, organizzazione e realizzazione di allestimenti per Battesimi e feste di compleanno. L’unicità di ogni bambino è la chiave da seguire, il punto di partenza per creare lo sfondo dei loro ricordi.

Nessuno ha lasciato commenti su questo articoli - vuoi iniziare tu?

Lascia il tuo commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.