Reinventarsi, migliorare, mettersi in gioco: ecco Rework!

Reinventarsi2Angela ha fatto il percorso Rework a Piano C e…adesso ve lo racconto!

Innanzitutto cos’è il percorso Rework di Piano C?

Rework è un percorso rivolto a chi sta già lavorando, ma non nel modo più felice. Per chi ha voglia di reinventarsi, di migliorare, di cambiare il proprio approccio al lavoro (e alla vita…), di provocare un cambiamento e mettersi in discussione. Rework prevede otto incontri con un coach, nell’arco di tre mesi circa e la possibilità di accedere ad alcuni incontri formativi della community di Piano C.

Angela ha iniziato il percorso Rework lo scorso aprile e ha tenuto un diario di tutto il periodo. Leggere il suo diario è stata una bella esperienza. Da subito viene voglia di fare il tifo per lei; andando avanti con la lettura si percepiscono i cambiamenti che sta vivendo, gli sforzi che sta facendo per migliorare, per attuare quel cambiamento che da tempo è insinuato in lei, ma non riesce a concretizzarsi.

Il diario del primo incontro è molto strutturato, scritto come da manuale, con elenchi puntati, domande, risposte, obiettivi da perseguire, azioni da compiere tra un incontro e l’altro, scale di grandezza da assegnare: una generale messa a fuoco della situazione. Angela vuole migliorare il suo modo di lavorare, è una libera professionista, vuole aumentare i clienti, ma prende anche in considerazione la possibilità di lavorare in azienda.

Già dal secondo incontro si percepisce un cambiamento: il tono è più colloquiale, esprime i primi timori, l’inizio è costellato da un “grande punto interrogativo”, ma alla fine dell’incontro si sente più sicura di sé, capace di affrontare qualsiasi ostacolo, perché sente che qualcuno crede in lei.

Della sua coach scrive: “Mi ascolta, segue i fili del mio discorso alla perfezione, sa riprenderli quando mi perdo e mi aiuta a fare chiarezza, mi aiuta ad ascoltare meglio me stessa, è tutto dentro di me e lei mi sta solo aiutando a comunicare con me stessa ad ascoltarmi di più e questo è importantissimo… è una sensazione molto bella”

Andando avanti a leggere si percepiscono nuovi obiettivi, successi raggiunti, riflessioni su vecchie modalità e abitudini da estirpare, dubbi, nuove regole da darsi e regimi da seguire.

Scrivere una mail di presentazione efficace, ad esempio, può diventare un obiettivo ed un successo per l’incontro successivo; fare chiarezza su quello che si vuole fare; generare nuove idee.
Il primo colloquio in azienda è un traguardo, il secondo colloquio diventa la certezza che qualcosa sta cambiando in lei, quando arriva la proposta definitiva dall’azienda il dado è tratto, si può fare, bisogna crederci e andare avanti. La proposta è per un part time, può tenere i suoi clienti e avere un’entrata fissa.

Deve riorganizzare la sua vita: “Devo imparare a spendere bene il mio tempo.”

Il tempo dedicato al lavoro deve basarsi sulla concentrazione, sul raggiungimento degli obiettivi nel tempo necessario. “Devo riuscire ad arrivare a un punto e chiudere e se qualcosa mi sembra ancora da sondare e approfondire devo rimandare al giorno dopo”

Suscita tanta complicità quando scrive: “Devo riuscire a fermarmi la sera e fare altro e dedicare più tempo a me stessa” . Lei fa flamenco e teatro, ma vorrebbe anche ritagliarsi del tempo per andare in palestra, vivere il weekend in spensieratezza con gli amici, trovare il giusto equilibrio tra vita professionale e relazioni sociali, insomma!”

Mi è piaciuto molto leggere il “Gioco dei Passi”: “dove e come ti vedi i prossimi sei mesi?”. Un periodo associato ad un obiettivo e ad uno stato d’animo. Angela ha posto il punto d’arrivo alla porta di ingresso di Piano C e ha percorso metaforicamente il corridoio. La porta ha significato per lei “sicurezza di avere tutto”. A noi piace pensare che quella porta, per molti, sia l’inizio di un percorso, come quello di Angela. Ci piace anche dire che quella porta è sempre aperta!

L’altro giorno Angela era in Piano C, ha partecipato alla nostra pasticca sulla Sharing Economy, con alcune sue nuove colleghe e mi ha dato il permesso di leggere il suo diario e scrivere questo post, con la vera consapevolezza di aver raggiunto tanti traguardi, non ultimo quello di far conoscere a tutti il suo percorso.

Grazie Angela e buon lavoro!

Commenti

  1. premiums car insurance free quotes minimize

Lascia il tuo commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.