Smetti di chiedere e inizia a negoziare

Dicono (e ci diciamo) che noi donne non siamo brave a chiedere.

Aumenti di stipendio, promozioni, nuove opportunità…
La soluzione c’è, ed è smettere di chiedere e iniziare a negoziare. Il punto di vista cambia completamente, e con lui la nostra capacità persuasiva.

Con il seminario zen e negoziazione , che vi proponiamo in esclusiva, 4 ore basteranno per cambiare completamente il vostro modo di “chiedere”. Soddisfatte o rimborsate!dadi

Commenti

  1. Salve! Seminario interessantissimo!! Lo fate anche in altre sedi?

    Attendo Vostre info!!! Saluti e buona giornata!

    Anna

  2. Ciao Anna,
    l’incontro del 27/06 è organizzato in via Simone D’Orsenigo 18 a Milano.
    Se vuoi partecipare, scrivici a dillo@pianoc.it

  3. Ho avuto la fortuna di partecipare al seminario tenuto dal brillante Carlo Mazzola e mi auguro che non si tratti di un episodio isolato,
    Le quattro ore messe a nostra disposizione sono state dinamiche, interessanti, mai noiose e divertenti.
    Carlo ci ha fornito con estrema sapienza le basi del negoziare, attività che ogni giorno siamo portati a compiere diverse volte: con i nostri figli, con il marito, i colleghi, il capo, le amiche…
    Carlo Mazzola ha aperto una finestra su una attività a mio avviso interessantissima e che mi impegnerò di certo ad approfondire.

  4. Fernando Dell'Agli dice:

    Mi sembra una iniziativa molto interessante; invita a superare stereotipi e schemi che imprigionano uomini e donne in vecchi modi di pensare limitanti. L’idea dei ponti di comunicazione è particolarmente valida: diversità NON significa superiorità di un genere sull’altro, ma complementarietà,e conoscersi meglio non può che giovare agli uni e alle altre. Conosco colleghe donne che sono persone eccezionali, perché libere di esprimere il loro valore – e i loro valori – senza limitazioni condizionanti. Buon seminario!

Link da altri siti

  1. […] …noi che “una donna presidente” ci sembra talmente impossibile che a parlarne ci sembra fantascienza? Sto leggendo un magnifico libro che parla di “intelligenza di genere”. Dice, semplicemente, che uomini e donne sono diversi, a partire dal cervello. Che quindi pensiamo in modo diverso, cose diverse, con risultati diversi. Ugualmente validi, ma diversi. Allora, se per esempio noi donne siamo scarse nel “chiedere” (come gli uomini lo sono nell’intuire), perchè non iniziare dall’accettare serenamente e semplicemente queste differenze e cominciare a lavorare per costruire ponti di comunicazione che facciano passare entrambi i linguaggi? […]

Lascia il tuo commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.