Work design: a marzo parte Digital Pow(h)er

Si riparte a marzo con un nuovo percorso targato Piano C per le donne che desiderano riscrivere il proprio progetto professionale: comincia Digital Pow(h)er. Ripercorriamo le tappe precedenti. Tra gennaio e febbraio abbiamo lanciato la call di questo nuovo percorso di riprogettazione professionale, realizzato con il prezioso sostegno di Fondazione di Comunità Milano in collaborazione con SIAM.

Questo percorso di riprogettazione professionale sarà un itinerario alla scoperta dei propri talenti e di nuove opportunità.

Abbiamo ricevuto centinaia di candidature di donne disoccupate o male-occupate tra i 30 e i 55 anni di età e la selezione non è stata semplice.

Le 24 partecipanti finaliste hanno finalmente iniziato la prima fase del percorso con Cristina Coppellotti. Per una migliore efficacia delle attività formative, le partecipanti sono divise in due gruppi: il primo è in partenza il 16 marzo, mentre il secondo gruppo il 18. Entrambi i gruppi lavoreranno completamente da remoto e saranno con noi fino al prossimo autunno.

Abbiamo coinvolto i migliori partner per confezionare un progetto completo che valorizzi le competenze trasversali per ricollocarsi in modo nuovo nell’attuale mercato del lavoro, migliorare la propria posizione o progettare nuovi progetti professionali con competenza e consapevolezza.

  • Offriremo alle nostre partecipanti spunti, esercizi e riflessioni per lavorare sui propri talenti unici, farli emergere e valorizzarli.
  • Grazie invece all’expertise di SIAM, Società Italiana Incoraggiamento Arti e Mestieri, le partecipanti riceveranno una formazione sulle competenze digitali applicabili a seconda dei settori professionali.
  • Infine, il contributo indispensabile di selezionate aziende partner, fornirà elementi di contesto che daranno una dimensione ancora più concreta agli apprendimenti interiorizzati dalle partecipanti.

Work Design, il nostro metodo

Il percorso di riprogettazione professionale si basa su Work Design (link alla pagina del sito) Work Design è il nostro metodo, unico e innovativo, il nostro bagaglio di conoscenze, esperienze e studi nel supporto dei talenti e delle peculiarità delle donne.

Work Design si basa sulle metodologie del design thinking e sul concetto di intelligenza collettiva. Entrambi questi elementi fanno del nostro metodo uno strumento per applicare un approccio progettuale quando si tratta di pianificare le proprie azioni nei propri percorsi professionali e di vita.

Dall’intersezione tra valori, competenze e desideri prende forma il proprio progetto di vita e lavoro, unico non replicabile, sinergico.

Grazie a chi sostiene questo progetto

Il progetto è realizzato con il sostegno della Fondazione di Comunità Milano – Città, Sud Ovest, Sud Est, Martesana onlus.

La Fondazione si propone come piattaforma di partecipazione, basata sull’ascolto, e di prossimità ai bisogni del territorio. Promuove e supporta progetti di utilità sociale per rispondere, in modo innovativo, alle priorità espresse dalla collettività in ambito sociale, culturale e ambientale.

La Fondazione di Comunità Milano catalizza risorse ed energie, promuove la cultura della solidarietà e del dono per una concreta filantropia di comunità che, oltre a rispondere all’emergenza sociale, possa agire per il bene collettivo e contribuire a migliorare la società nel suo insieme. Per info: www.fondazionecomunitàmilano.org

In collaborazione con SIAM.

Fondata a Milano più di 180 anni fa, SIAM si occupa di formazione e divulgazione culturale, promuovendo la tutela dei mestieri utili e impegnandosi per offrire risposte concrete ai bisogni del mondo produttivo, promuovendo la crescita professionale dei singoli come leva di sviluppo sociale e individuale.

Luogo storico di formazione e creazione di opportunità, da sempre SIAM abbraccia una vocazione per l’innovazione e per la valorizzazione delle persone. Rappresenta quindi una casa ideale per la visione, la missione e il futuro di Piano C. Per info: www.siam1838.it